Il libro è finito. Il pranzo pure. Non dire una parola. Non ho più parole neanche io. Baciami. Ora c’è una vita davanti. Quale che sia.

ZENZERO CANDITO CHE TOGLIE OGNI PAROLA DI BOCCA

Lo zenzero è un po’ così. Prima ti sembra dolce poi ti attacca fortissimo, un turbinare di sensazioni diversissime. Come l’amore.

200 g di zenzero, 350 g di zucchero.

Sbucciare lo zenzero con un pelapatate e tagliatelo a fettine di 1/2 centimetro di spessore. Mettete le fettine in un pentolino e coprirle con acqua fredda. Portare a ebollizione e lasciare cuocere per 20 minuti a fuoco basso. Scolare e far raffreddare. Pesare lo zenzero bollito e metterlo in un pentolino con una quantità di zucchero uguale al suo peso. Unire 5 cucchiai di acqua. Cuocere a fuoco bassissimo finchè lo zenzero diventa quasi trasparente (occorrono circa 20 minuti). Spegnere, togliere il pentolino dal fuoco e scolare delicatamente le fettine una per una usando una forchetta. Metterle su una griglia e lasciare asciugare per 3 ore. Versare lo zenzero in un sacchetto per alimenti insieme allo zucchero e scuotere bene. Conservare in un contenitore a chiusura ermetica.

Pin on PinterestShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on LinkedInEmail this to someoneShare on Google+