Quando vedo le strisce non riesco a trattenermi. Ieri a Firenze da Rivoire, non ho resistito davanti a questa scatola di cioccolatini. Belli e spettacolari nel gusto. Aperta la scatola, guardo i cioccolatini e mi chiedo se ha senso mangiarli o restare a guardarli. Li guardo, ne mangio uno, tanto c’è anche un doppione:-) C’è solo una cosa che mi dà fastidio: la tonalità delle carte non è proprio perfetta, i colori troppo freddi e mal assortiti. C’è tutta una ragione nelle strisce: intanto devono essere tutte colorate e poi i colori devono avere la giusta tonalità. E poi la giusta tonalità deve amalgamarsi in modo perfetto con la striscia vicino, altrimenti l’effetto d’insieme è devastante. Io compro tutto a strisce; qui ho fotografato: le mie lenzuola, i guanti, due sciarpe, tre magliette, un tappeto, una coperta, un vaso. Poi ci sono le strisce di Mia Zia (marca francese di abbigliamento e lingerie per la casa) vecchia gestione, che erano spettacolari (strisce prodotte in Marocco a mano), mentre quelle della nuova gestione (strisce prodotte in Francia) sono ordinarie. Le cose di Mia Zia sono peraltro indistruttibili. Ci sono le strisce di Gallo che sono belle per colore e molto scadenti per materia (cappelli, costumi, guanti e calze di Gallo mi sono durati un mese poi si sono riempiti di buchi). Ci sono poi le strisce che ho visto a New York, in un negozio di tessuti catalani, belli, bellissimi che a New York vendono poco, perchè gli americani non osano col colore e vanno educati.

Il negozio si chiama Les Toiles Du Soleil ed è meraviglioso.

Les Toiles Du Soleil

261 West 19th Street

New York, NY 10011

Tel: 212 229 4730

Fax: 212 229 4731

Che sia una mania la mia? Certo, ma appena vedo una cosa a righe, ho come la sensazione che sia lì ad aspettarmi, che voglia venire a casa con me, che sia fatta apposta per me, che non possa andare da nessuna parte senza quella maglietta, che quelle lenzuola in camera mia starebbero benissimo, che come stanno delle rose arancioni in quel vaso, non stanno da nessun’altra parte. Così sorrido e me le regalo. Sempre. E sono felice.

Pin on PinterestShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on LinkedInEmail this to someoneShare on Google+