Ma non è banale andare a Venezia? Ma tutte quelle persone che camminano in gruppi compatti preceduti da una tipa con un ombrello in mano per non perdersi il giapponese di turno? Quei gondolieri che s’imbottigliano nei canali per intrattenere coppiette venute da chissà dove e portarle in una cartolina? Quelle vetrine di cianfrusaglie di Murano dove fanno capolino venditori cinesi che comprano pesciolini finti Murano alla fiera di Canton?

No non è banale. Perchè entri alla Scuola di San Rocco e con uno specchio in mano scopri che Tintoretto riusciva a raccontare la potenza delle storie sacre trattandole come se fossero uscite dallo studio delle Pixar, con delle inquadrature spettacolari da Cinema 4d. E poi il mercato della frutta sta lì su una barca e ti viene voglia di comprare tutto. E quando scopri una piazza che non conoscevi, pensi che tutto sommato c’è qualcosa di Venezia che ancora non conosci. Che sopra il letto di Peggy Guggenheim c’è un acquario di Calder che vorresti avessero fatto per te. E quando sei a Venezia con quelli a cui vuoi bene non è banale. Affatto.

…………………………………

But it is not trivial to go to Venice? But all those people who walk in compact groups preceded by a girl with an umbrella in hand in order not to miss the Japanese round? Those gondoliers botlled in canals to take around those couples who dream to be in a postcard? Those window with fake Murano’s glasses in which chinese vendors disguise themselves to pretend to sell authentic Murano’s fishes?

No, it’s not . Because when you enter in the Scuola di San Rocco with a mirror in your hand you discover that Tintoretto was able to tell stories in such a way that it is like a Pixar animation movie or a Cinema 4d spectacular creation. And that fruit market in a boat where you’d buy everything? And when you discover an unknown place, or that on Peggy Guggenheim bed there is an acquarium made for her by Calder, and you’d like to have one made on purpose for you? And when you’re in Venice with the friends you love it’s not trivial. At all.

Pin on PinterestShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on LinkedInEmail this to someoneShare on Google+