Gorgelous Interview. Pasquale Barbella.

0 Posted by - novembre 11, 2012 - Interviews
Pin on PinterestShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on LinkedInEmail this to someoneShare on Google+Share on StumbleUpon

 

• Qualche riga di biografia

Pasquale Barbella. Copywriter, saggista, docente. Nel 1990 è tra i fondatori della BGS, agenzia pubblicitaria di successo il cui network internazionale (D’Arcy) è stato poi assorbito dal gruppo Publicis. Esperienze internazionali in D’Arcy, premi a Cannes e altri festival, fino al ritiro dalla pubblicità avvenuto nel 2003. Nella Hall of Fame dell’Art Directors Club Italiano dal 1999. La sua ultima pubblicazione (Liguori, 2008) è stata “Confessioni di una macchina per scrivere”.

Pasquale Barbella. Copywriter, essayist, teacher. In 1990 he was among the founders of BGS, a successful advertising agency whose international network (D’Arcy) was acquired by the Publicis Group 13 years later. He had global experiences with D’Arcy, won awards at Cannes and other advertising festivals, and left the business in 2003. Was inducted in the Art Directors Club Italiano’s Hall of Fame in 1999. His latest publication (Liguori, 2008) was “Confessioni di una macchina per scrivere” (Confessions of a Typewriter).

 

• Gorgelous Project

“Creative Uprising”, titolo di due pubblicazioni che ho progettato e curato per le relazioni pubbliche di D’Arcy nel 2001 e nel 2002. La redazione era composta da un gruppo di talenti di prim’ordine reclutati in tutto il mondo nelle agenzie del network. L’obiettivo era alquanto immodesto: uscire con la rivista di creatività migliore in assoluto. Beh, forse avevo mirato troppo alto; ma ci ho messo dentro tanto di quel lavoro da essere soddisfatto del risultato.

 

“Creative Uprising”, an annual publication that I invented and edited for the D’Arcy P.R. in 2001 and 2002. I put together a worldwide team of first-class contributors from various offices of the network. My objective was not exactly modest: to come out with the best magazine on creativity ever made. Probably it wasn’t, but I worked hard enough to be satisfied with the results.

 

 

• Gorgelous place

Sono un uomo semplice. Mi basterebbe vivere tra Venezia e New York. Ma temo che sia un po’ più costoso che rimanere a Lesmo, il posticino dove sto.

 

I’m a simple man. I would like to spend my life between Venice, Italy and New York, NY. But I’m afraid they are more expensive than Lesmo, the small town where I live.

 

• Gorgelous Artistic Experience

I concerti jazz di Norman Granz al Lirico di MIlano, anni sessanta. Allora ero impiegato alla Mondadori, e il mio capo – batterista della Milan College Society Jazz Band – era impegnato nell’organizzazione tecnica del palcoscenico. Andavo con lui e mi piazzavo in prima fila, senza spendere un soldo. Emozioni a valanga. Ho persino stretto la mano a Earl “Fatha” Hines.

The Norman Granz jazz concerts at the Teatro Lirico, Milan, in the early Sixties. At the time I was a Mondadori employee, and my boss – the drummer of the Milan College Society Jazz Band – was in the stage technical team for those concerts. I used to join him and take my place in the first row, without spending a cent. Tons of emotion, really. I even shook hands with Earl “Fatha” Hines.

 

• Gorgelous Encounter

Probabilmente l’incontro con Sir Laurence Olivier. Parigi, 1970. Era la star di una campagna globale della Polaroid. Gli ho fatto da coach per la versione in italiano del suo monologo.

Probably Sir Laurence Olivier. Paris, 1970. He was the star of a global Polaroid ad campaign. I was there to coach him for his Italian-spelling version of the TV commercial.

 

• Gorgelous Taste

Qualsiasi cosa sia possibile fare con un uovo o due.

 

Whatever can be done with an egg or two.

 

• Gorgelous Memory.

Questa è troppo facile. La nascita dei miei bambini, e poi quella dei loro.

This is too easy. The birth of my children, and later of theirs.

 

• Gorgelous Moment

Uscire vivo da un incidente surreale. 1961. Sto alla scrivania del mio primo ufficio, in una concessionaria auto di Potenza. La stanza è a pianoterra. In strada passa un camion e con una delle ruote prende di striscio un macigno. La pietra schizza alla velocità di un missile, sfonda la vetrata e il kardex alle mie spalle. Proprio in quel momento il mio cranio si sposta di 10 cm dalla traiettoria fatale, mentre mi sporgo verso il telefono che squilla.

 

Surviving an unusual accident, 1961. I was at my place in my early office, at a car dealer’s in Potenza. The room was at the low ground. A truck passing by in the street knocked into a big stone with one of its tyres. The stone flew in at a missile speed, smashed the street window and the iron shelves behind me but my head moved 10 cm out of its trajectory, thanks to the phone ringing in that exact moment.

 

 

• Gorgelous Dream

Vincere il Nobel.

Being awarded a Nobel Prize.

 

 

• This is gorgelous!

Mi sarebbe piaciuto esserne il regista.

I would have liked to direct it.

 

• Very personal

Senza qualche utopia, si rimane seduti tutta la vita sullo stesso posto.

Without some utopias, one remains seated all the time on the same place.