Biancoluna | La primavera ti esplode dentro.

Biancoluna | La primavera ti esplode dentro.

L’odore forte della ciliegia, la viscosità umida del litchi, la lunga attesa del sapore del tè. Il tempo che sgretola gli strati intorpiditi dell’inverno, la leggerezza che crepa e fa fatica ad entrare.

“Butta via tutto” mi dico, pensieri, parole e giudizi, tutto un groviglio di rovi tiene prigioniera la mia mente.La seconda notte di luna piena, la notte del trionfo della bellezza, la notte della leggerezza è violenta come mai l’avrei immaginata. Tutto è sentire, amplificato dai sapori, dagli odori, dalla bellezza terribile dei rami del ciliegio. Non è vero che la primavera sboccia timida. La primavera esplode dentro e frantuma tutto quello che trova. Il freddo del ghiaccio, i detriti, i sentimenti caldi e confortevoli delle amicizie invernali, la zona di conforto. La Primavera ti strappa all’inverno e ti ributta in mezzo alla vita, con tutti i pori aperti. E come l’alta marea inonda ogni tuo sentire.

Ecco, la notte di Biancoluna mi ha ridotto così. Altro che meditazione a cercare il proprio giardino interiore. Il giardino è sbocciato tutto insieme all’improvviso e mi ha lasciato stordita. Non riesco a riprendermi da tutta quell’intensità.

Biancoluna 11 aprile 2017

Biancoluna, un progetto di Claudia Chianese e Patrizia Boglione
In collaborazione con Il Nido del Pettirosso e lo chef Raul Natividad
Sound design di Assunta Squittirei, tè alla ciliegia del Giardino del Tè


Biancoluna è un progetto di ricerca sul valore del cibo e sul rito
del nutrire l’anima quando si nutre il corpo.

claudiachianese.it

Kia Utzon-Frank. Soffice come il marmo.

Kia Utzon-Frank. Soffice come il marmo.

Marmo calacatta bianchissimo dalle venature sottili, quarzo nero, granito. A vedere questi blocchi di pietra tutto potrebbe dirsi tranne che si tratti di pasticceria, eppure è così.
La designer londinese Kia Utzon-Frank ha, infatti, creato una serie di torte scultura che hanno l’aspetto di pietre massicce, solide, levigate. Mentre alcune torte hanno forma conica a presentano decorazioni geometriche, altre sono sferiche e coperte di oro 24 carati commestibile. All’interno strati sottili di pan di Spagna sono sovrapposti in verticale, per creare un effetto multicolore, utilizzando coloranti naturali e succhi di frutta.
La giovane designer, soprattutto attiva nella progettazione di complementi per l’interior e gioielli, utilizza una stampante ad alta precisione, grazie alla quale riesce ad ottenere una superficie di marzapane e glassa, riuscendo a realizzare, così, uno strato che imita il marmo, con il quale può ricoprire la torta. Dopo molte prove il risultato è una superficie che riproduce perfettamente le screziature del marmo.
Sempre più frequentemente i designer guardano al food come al campo nel quale sperimentare tecniche e texture, da un lato attratti dalle molte possibilità offerte da strumenti e materiali nuovi, che facilitano realizzazioni anche molto complesse, dall’altro mossi dalla volontà di indagare le dinamiche di interazione del fruitore con l’oggetto e di creare per l’utilizzatore un’esperienza partecipata.
“La torta è solo un altro materiale” afferma la designer “se qualcosa cattura il mio interesse non importa di cosa sia fatto, anzi penso ci sia una grande libertà nel non sapere alcunché del materiale sul quale sto per lavorare, nel non conoscere le ‘regole’per trattarlo” e aggiunge “la cosa interessante nel realizzare torte è che c’è un ulteriore livello di design da realizzare, che è il sapore, di solito non mangiamo le sculture, le guardiamo e basta, invece qui il sapore dell’oggetto è parte del progetto di design, tanto quanto il suo aspetto esteriore”.
Dinara Kasko | Quando un algoritmo crea la torta

Dinara Kasko | Quando un algoritmo crea la torta

Una torta nata da un algoritmo, che ha generato ben  81 torte diverse, per lanciare il cioccolato rosa Ruby, dal gusto inconsueto e per tanti motivi indimenticabile. L’idea era quella di realizzare un set di elementi che tutti insiemi formassero un’unica composizione. Partiti dall’idea di una piramide, cambiando l’inclinazione di ogni oggetto e l’area di ogni piano superiore, programmando l’insieme delle torte.

All’interno: mousse con cioccolato Ruby e meringa, ganache Ruby. Un confetto alla bacca per sottolineare il sapore di bacche di cioccolato. Biscotto con Ruby, lamponi e, naturalmente, uno strato croccante con cioccolato.

From dinarakasko.com

This project was made for the presentation of new chocolate Rub. I needed to develop a unique form that would emphasize the unusual, new, bright, unforgettable taste of Ruby chocolate, and create a recipe where the main flavor element was this pink chocolate. The idea was to create a set of elements (cakes) that together would form a single composition. As a result, we got algorithmically modeled cake that consisted of 81 individual cakes, every single was unique in shape. This composition was made using a graphical algorithm editor Grasshopper that can build form generators from the simple to the awe-inspiring. Inspyred by Matthew Shlian we took a pyramid and changed the tilt of each object and the area of each top plane, programming and scripting the set of cakes. All of the cakes are different. Inside: mousse with chocolate Ruby and meringue, ganache Ruby. I added a berry confit to the recipe to emphasize the berry flavor of chocolate and add accent. Also the biscuit with Ruby, with raspberries and of course a crispy layer with chocolate and royalty.

Le Cirque in the tea

Le Cirque in the tea

Cirque du Soleil in the tea. The creative project of my dream.

Promoting the T.O by Lipton tea machine’s unique ability to identify the type of tea inserted and brew accordingly for the optimum time and at the ideal temperature, the film features Cirque du Soleil performers, each representing different flavours of tea, who dance with organic and flowing movement in water, creating a visually powerful impression of the machine’s processes. 
The effect is that of entering the machine, and its unique brew orb, itself.

As well as the machine’s technical innovations, the way it looks and the aromas it creates are a vital part of the product design, creating a multisensory experience. The film continues the emphasis on these qualities by heightening the visual drama: the performers’ colourful costumes had rigging inside them, which released dye and streams of bubbles in the water, effects that were captured in-camera.

read more on themill.com

Behind the Scenes: Lipton 'The Revolution in Tea' from The Mill on Vimeo.

Director:
Saam Farahmand

Production Company:
Rogue Films

Agency:
Tribal Worldwide London, adam&eveDDB

Rózsa Cukrászda. Graphic Pastry.

Rózsa Cukrászda. Graphic Pastry.

Graphic Pastry for a Birthday. Rózsa Cukrászda is a confectionery shop located in Szombathely, Hungary. We designed a cakes and special packaging to RC confectionery’s 31st birthday. The project was a good opportunity to the design feels fresh and it is a perfect way to share a bit of love from everyone. Then we designed a cakes and packaging we gave its a little modern feeling. The products are only available in limited time.”  from Behance
Via étapes
Print patisserie-graphique-9 patisserie-graphique-8 patisserie-graphique-8 patisserie-graphique-7 patisserie-graphique-6 patisserie-graphique-5 patisserie-graphique-4 patisserie-graphique-3 patisserie-graphique1 patisserie-graphiquepatisserie-graphique