E’ sempre la stessa storia. Il pack cerca di accorciare la distanza tra prodotto e la sua ispirazione naturale. Nel tentativo di arrivare all’identità. In comunicazione quando parli di un prodotto di food, cerchi di descriverlo con gli aggettivi che più richiamano le sensazioni palatali. Quante volte abbiamo usato l’aggettivo “rotondo” per un gelato, per uno yogurt, o per un vino, a richiamare quella completezza di gusto e consistenza che si trasforma in puro piacere per le papille.

Ma le parole sono sempre le stesse, le forme non bastano. Guardo queste confezioni, pensate per essere come natura crea. Trovo meraviglioso il beccuccio della confezione del succo di banana. Ma ogni volta che il succo tocca la lingua, la natura resta fuori. Troppo acido? Troppo dolce? Troppo e basta? Il packaging non è il prodotto. Ne è la promessa. Del gusto vero, dell’emozione che crea, del modo in cui ti fa sentire, dei ricordi che nascono da un sapore. Il packaging fatto bene è come la porta giusta, che ti apre il mondo che hai voglia di assaggiare. Ma se il sapore poi ti delude, la porta si chiude violentemente, e fa male.

……………………………………………………………………………………………………..

It ‘s always the same story. The pack tries to shorten the distance between the product and its natural inspiration. In an attempt to get that identity. In communications when you talk about a food product, you can describe it with adjectives that best evoke the palatal feelings. How many times have we used the adjective “round” for ice cream, yogurt, or a wine, to recall the completeness of taste and texture, that turns into pure delight for the taste.

But the words are always the same, shapes not enough. I look at these packages, designed to be as nature creates. I find that banana shape amazing. But when I taste a juice I always thing that’s something wrong. Too bitter? Too sweet? Too much? The packaging is not the product. It is the promise. Of taste, of true emotion that creates, of the way you feel, of the memories that come from a flavor. The packaging if well executed is the right door, which opens up the world that you wish to discover. But if the taste disappoints you, then, the door slams, and it hurts.