Ho sempre dipinto. Ma non sono mai stata un’artista. I miei quadri raccontano momenti di vita, spesso momenti difficili. Ho decine di tele che aspettano di prendere colore. E questo mi piace moltissimo. Le tele bianche mi danno la stessa sensazione delle librerie infinite, dove ci sono libri che, neanche in 100 vite, riuscirei a leggere: non è paura, ma una sorta di ebbrezza nel sapere di avere mille strade davanti a me, centinaia di mondi da scoprire, mille personaggi da conoscere e la certezza che ne verranno altri ancora. Provo piacere a mischiare i colori. Ma da quando ho iniziato a cucinare, a studiare, a fotografare il cibo, a raccontarlo mi sembra di avere a disposizione molto di più che una tavolozza di colori, ingredienti, sapori, profumi, densità, consistenze, combinazioni infinite. Il cibo è  storia, relazione, comunicazione, metafora, e gli amori, gli amici, le emozioni, le sensazioni, si tuffano in un sapore e prendono vita. Non seguo più ricette, cucino e basta. E quando cucino penso a chi mangerà quella cosa e il menù nasce come discorso intimo con quella persona. Puro piacere.

Stasera ho voluto fotografare questo, una tavolozza di sapori, con pesto, miele, gelato al peperone, uova di lompo, sale al merlot e caviale. Il pennello è fatto di spaghettini di riso.

English version

I’ve always painted. But probably I’m not really an artist. I paint when I’ve something to tell, mainly when I feel bad. Dozens of white canvases are waiting for me, waiting to catch a color. When I look at them, I feel excited, I’ve that same sensation in front of a huge library, where thousands of books tell me that 100 lives wouldn’t be enough to read them all. Infinite possibilities standing in front of me. Like when cooking. I feel pleasure to mix colors. But since I started cooking, studying, photographing food, I have more than a palette of colors: ingredients, flavors, fragrances, densities, textures, infinite combinations.  Food is culture, relationship, communication, metaphor, and my loves, my friends, my emotions, my feelings  plunge into a flavor and come to life. I do not follow recipes any more, I cook mixing all this. Thinking to the one I’m cooking for, starting a dialogue with him.

The picture I’ve done today is a taste-palette, with pesto, honey, peppers’ ice cream, lumpfish eggs, merlot salt and caviar. The brush is made of rice noodles.

Photo by Gorgelous